Detrazioni fiscali per chi ha la badante

Questo è il periodo dell’anno in cui si completa la propria dichiarazione dei redditi sia il modello 730 sia per il Modello Redditi Persone Fisiche (ex modello Unico PF).

Insieme assistenza vi ricorda che sono previste dal fisco italiano delle agevolazioni fiscali per determinati cittadini in stato di non autosufficienza o loro familiari. Si tratta della detrazione delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale (badanti) per le persone non autosufficienti che è fruibile nella dichiarazione dei redditi.

Chi ne beneficia?

Inanzitutto, le detrazioni valgono per le spese sostenute per l’assistenza personale (badante), quindi coloro che necessitano di assistenza nel compimento di atti della vita quotidiana: incapacità ad assumere alimenti, espletare funzioni fisiologiche e provvedere all’igiene personale, di deambulare o di indossare gli indumenti.

La detrazione spetta anche se le prestazioni di assistenza sono rese da una casa di cura o di riposo, una cooperativa di servizi o un’agenzia interinale.

La detrazione e reddito del contribuente

La misura della detrazione é del 19% ed è nel limite di spesa di 2.100 euro e spetta solo se il reddito del contribuente non è superiore a 40.000 euro.

l contribuente quindi nel rigo da E8 a E10 – “15” del quadro E – Oneri e spese del modello 730 del 2018 per l’anno d’imposta 2017 deve indicare la spesa effettivamente sostenuta e considerare che può beneficiare della detrazione fiscale del 19%.

Cosa vi forniamo noi?

La cooperativa Insieme vi fornisce l’idonea fattura quietanzata, con l’indicazione del servizio reso.